Loading...

Lo studio ha lo scopo di descrivere una protesi d’impianto cervicale a fissazione posteriore prodotto con la stampa tridimensionale, utilizzato per la fusione C1 / C2 in un paziente donna di 65 anni. La fusione spinale rimane un intervento comune per una serie di patologie, tra cui il disco degenerativo e la sindrome di Facet quando i metodi tradizionali non sono applicabili.

La tecnologia della stampa 3D consente una precisa fabbricazione di protesi ortopediche e spinali personalizzate per il paziente, però la letteratura sul suo utilizzo a questo proposito è rara. La protesi è stata progettata e posata sopra il processo spinoso di C2, con fori a vite fatti a profondità e angolazione pre-calcolati sulla base del modello preoperatorio basato sulla TC. Il paziente ha avuto un recupero irregolare e ha riportato una significativa riduzione della neuralgia occipitale e del dolore sub-occipitale e follow-up di 2 mesi. Riportiamo il primo caso di una protesi spinale 3DP personalizzata per la fusione posteriore C1 / C2. L’impianto ha aggiunto significativo valore riducendo il tempo complessivo della procedura e la sicurezza con un rischio ridotto di compromissione neurovascolare.

3DIFIC crede che le protesi devono adattarsi alla persona e non adattare la persona alla protesi standard, sopratutto nei casi limite come quello trattato in questo studio.